L’Osteria

Spaghetti Writers Logo

spazio

«Famo du’ spaghi?»

Per un buon piatto, come per una buona storia, ci sono solo due cose di cui proprio non si può fare a meno: qualcuno che cucini e qualcuno con la voglia di assaggiare.
Voi allora entrate: date uno sguardo in giro, del resto dell’apparecchiatura casereccia facciamo un vanto.
Tranquilli, uno dei nostri arriverà presto a prendere la vostra l’ordinazione.
Siamo un’osteria avanguardista e il menù lo conferma: per i più affamati abbiamo previsto degustazioni a più portate, narrazioni seriali pubblicate periodicamente; vi promettiamo che nel giro di poco i personaggi vi faranno sentire a casa, ne leggerete le avventure come si ordina «il solito!» nel locale amico.
Questo non vuol dire che disdegniamo la tradizione: la nostra carta è pensata per tutti e i genuini racconti singoli stanno proprio lì, dove dovrebbero stare. A seconda dello chef del giorno li sentirete magari più piccanti o più corposi; qualcuno di noi ve li servirà bagnati da un rosso d’annata, qualcun altro opterà invece per una Baffo Moretti. Si sa, i cuochi sono un po’ estrosi, quasi bizzosi, e noi non facciamo eccezione ma, come i cuochi degni di questo nome, non concepiamo onta più grande di vedere un cliente tornare a casa scontento.

Per voi, noi racconteremo.
Racconteremo bene, racconteremo sano (be’, dai, facciamo il più delle volte), racconteremo divertendoci e cercando di far divertire, racconteremo per sorprendere, racconteremo per spiazzare, racconteremo per un sorriso, racconteremo con una lacrima sul viso, racconteremo per giocare, racconteremo per sfogare, racconteremo perché è ciò che sappiamo fare.

Quindi sedetevi e mettetevi comodi; fatevi due chiacchiere, sistematevi il tovagliolo sulle gambe, magari attenti a non rovinarvi l’appetito piluccando dal cestino del pane, perché gli spaghetti sono al dente e sta male farli aspettare.

Ah, un’ultima cosa: ordinate pure senza problemi ciò che preferite perché qui, nell’Osteria di Spaghetti Writers, offre la casa!