Simone Bachechi

Simone Bachechi

Nato nella campagna toscana fra campi di mais, zucchine, melanzane e carote e aie piene di galline, oche e anatre, pensai di trasferirmi a Firenze per studiare  filosofia teoretica passando gran parte della  mia gioventù su testi di Rudolf Carnap, Saul Kripke,  Ludwig Wittgenstein, il circolo di Vienna ed altre amenità: quando si dice due braccia rubate all’agricoltura.
Poi ho fatto altre cose e  per resistere, vivo nascosto, leggo soprattutto racconti, ogni tanto ne scrivo e non sopporto quelli che dicono ci aggiorniamo, perché le parole sono importanti.

I racconti di Simone