Sonny Wyburgh

spaghetti-writers

Nato nella capitale dell’impero britannico post-coloniale di Sua Maestà nel pieno dell’Annus Horribilis da Lei indetto: per i profani, a Londra nell’estate del 1992.
Come ogni ragazzino italo-inglese che si rispetti avevo due scelte: o diventare un triste prete cattolico a Canterbury oppure un malavitoso di dubbia derivazione pulp europea. Purtroppo fui trasferito alle soglie dell’adolescenza sui sonnacchiosi Appennini emiliani, dove capii che avevo qualcosa in comune con Esiodo. Fu così che sentii il richiamo delle Muse a studiare la lingua greca antica a Pisa e come coltivare patate nell’orto di casa mia. Le baked potatoes mi vengono da dio.
Attualmente impegnato nella diffusione di un culto tegolico e di un pensiero misosofico, vendo cannoli e mi occupo di Elleni nel tempo libero.
Continuo a pensare che dovrei coltivare patate a casa mia.

I racconti di Sonny